E’ stata inaugurata la mostra Antipodi in Santa Maria Gualtieri di Pavia, con le opere della pavese Giovanna Fra a cura di Susanna Zatti. Il titolo della mostra è stato scelto proprio dall’artista e fa riferimento alla tecnica delle sue creazioni esposte che fondono pittura e arte digitale, due mondi apparentemente lontani fra di loro Frammenti di immagini icone, sezioni di dipinti vengono manipolati, ingranditi, sezionati e elaborati per dar loro nuova vita. Accanto al passato e al futuro si staglia un presente inteso e ricco, che comunca emozioni forti ed intense.  Una pittura informale che si unisce alle trame del supporto digitale creando un connubio dettato dalla contaminazione di tecniche.

Le trenta opere di Giovanna Fra rimarranno esposte in Santa Maria Gualtieri dal 3 marzo al 31 marzo.

Giovanna Fra con il Sindaco di Pavia Fabrizio Fracassi

L’artista Giovanna Fra

Le opere che ho installato in questo periodo rappresentano un pò il percorso che ho intrapreso dal 2019 a oggi” spiega Giovanna Frasono dedicate a segni astratti che giocano tra la fotografia e la pittura. Uitilizzo un metodo che arriva dal web, elaboro fotografie su photoshop di immagini estrapolate dai miei lavori per poi stamparle con dei plotter e successivamente dipingerle in superficie. E’ un dialogo fra fotografia e pittura. Alcune delle mie opere sono retroilluminate ed è un nuovo percorso che ho intrapreso e si affaccia all’idea di sfruttare questi nuovi metodi di pittura e non ma contemporanei. Riassumo con tre parole chiave: pittura, fotografia e contemporaneità“.  Abbiamo chiesto a Giovanna Fra cosa significa per lei essere una donna artista al giorno d’oggi: “La cretività nella donna non manca, anzi. Manca la credibilità agli occhi degli altri e l’apprezzamento della donna stessa verso ciò che realizza. Spero di essere una donna che sprona altre donne ad utilizzare la propria creatività e investire le proprie idee nell’arte“.

Alcune delle opere esposte in Santa Maria Gualtieri

Alcune delle opere esposte in Santa Maria Gualtieri

Chiude Susanna Zatti, curatrice della mostra: “La pittrice non decide a tavolino, davanti al cavalletto e allo schermo del PC, dove e come si svilupperà il suo racconto, dove andrà a parare la sua immaginazione: consoce perfettamente gli strumenti del suo lavoro, quelli tradizionali e quelli che la tecnologia ha messo di recente a disposizione, sa utilizzare il lessico, la grammatica e la sintassi per controllare e insieme rendere più esplicito i lsuo linguaggio, per non farlo confondere e inquinare, ma lascia che l’emozione irrompa e le guidi la mano, si distenda sul supporto senza tracimare, restando anche lei in attesa del compiersi della composizione“.

Cenni biografici
Giovanna Fra nasce a Pavia, si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera con una tesi su Jhon Cage e sul rapporto tra arte e musica nel ‘900, nel contempo studia restauro conservativo tra Milano e Venezia. Espone per la prima volta nel 1991 presso lo storico Bar Jamaica di Brera a Milano. La sua visione creativa ha privilegiato la fisicità dinamica del colore in relazione alle diverse consistenze della materia, fissando nell’immediatezza del gesto attimi di sospensione e rarefazione. Con Ipergrafie (2014) e successivamente Texture (2016) ha origine una nuova sperimentazione tecnica. Fotografia digitale e pittura si evolvono in un nuovo percorso.
Espone in numerose sedi pubbliche e private con mostre personali e collettive. Si ricordano nel 2016 la personale “Paesaggi sonori” alla Galleria Rotta Farinelli di Genova con catalogo (Skira ed.) a cura di Luca Beatrice e Vittorio Sgarbi; nel 2018 “Tempus-Time” alla Reggia di Caserta, accompagnata da un catalogo a cura di Luca Beatrice (Skira ed.); nel 2019 la partecipazione alla 58ma Biennale di Venezia (Padiglione Repubblica San Marino) presso Palazzo Bollani, dove allestisce una personale dal titolo “Timelapse” a cura di Vincenzo Sanfo. Nel 2023 in occasione della riapertura degli Horti Borromaici a Pavia, viene installata una sua grande opera a parete all’interno dello spazio ExtraArt dove rimarrà collocata in permanenza.
Vive e lavora a Pavia.

Coordinate mostra
Titolo Giovanna Fra – Antipodi
A cura di Susanna Zatti
Sede Santa Maria Gualtieri, P.za Della Vittoria 4 – Pavia
Date 3 – 31 marzo 2024
Orari tutti i giorni dalle ore 15 alle 18 – chiuso il lunedì
Ingresso libero
Info al pubblico + 39 347 4152949