… che Dio perdona a tutti

Creato da federica il 16/12/2018

Pif esordisce nel romanzo con un’opera divertentissima che ci costringe a riconsiderare i rapporti che ci legano gli uni agli altri e il senso profondo delle parole solidarietà, uguaglianza, verità.

Condividi

    A libro aperto

    Creato da federica il 16/12/2018

    Qual è il segreto che custodisce un libro? Quali sono i libri che non abbiamo dimenticato e perché? Come può un libro essere un incontro? Massimo Recalcati risponde nel suo saggio “A libro aperto”.

    Condividi

      “Magari domani resto”, di Lorenzo Marone

      Creato da monica il 10/09/2018

      In un sapiente impasto di italiano e napoletano capace di restituire vividamente e ironicamente il contesto popolare della vicenda Luce si chiede Andare o restare? Il cuore può suggerire ciò che la mente sembra ignorare.

      Condividi

        Uno dei protagonisti del romanzo “Giaguari invisibili”, del diciottenne Rocco Civitarese, è Pavia con le sue contraddizioni, i suoi limiti, le sue storture ma anche la sua energia e la sua eleganza.

        Condividi

          Giaguari invisibili

          Creato da federica il 04/04/2018

          Il debutto sorprendente di un giovanissimo autore, capace di maneggiare con abilità un coro complesso di personaggi, creature imperfette, tenere e spietate, e di restituire l’adolescenza dall’interno, con tutta la realtà di chi la sta vivendo.

          Condividi

            E tu splendi

            Creato da federica il 22/03/2018

            Un’estate memorabile, che per Pietro si trasforma in un rito di passaggio, doloroso eppure pieno di tenerezza e di allegria: è la sua stessa voce a raccontare come si superano la morte, il tradimento, l’ingiustizia e si diventa grandi conquistando il proprio fragile e ostinato splendore.

            Condividi

              Giuseppe Catozzella racconta il suo nuovo romanzo “E tu splendi”, una storia potente e felice, fatta di ombre e di luce, tragica e divertente, semplice come le cose davvero profonde.

              Condividi

                Le assaggiatrici: intervista a Rosella Postorino

                Creato da federica il 13/02/2018

                Rosella Postorino non teme di addentrarsi nell’ambiguità delle pulsioni e delle relazioni umane, per chiedersi che cosa significhi essere, e rimanere, umani. Ispirandosi alla storia vera di Margot Wölk (assaggiatrice di Hitler nella caserma di Krausendorf).

                Condividi