Ciao a tutti,

questa settimana vi segnalo un bel romanzo edito da Giunti: ‘Un bacio dall’altra parte del mare’, di Simona Toma.

 

Una festa clandestina sui meravigliosi colli bolognesi, le sirene della polizia che si avvicinano sempre di più, un ragazzo e una ragazza che fuggono nella notte a cavallo di una bici: non era certo questa la vita che i genitori di Caterina sognavano per la figlia mandandola all’università di Bologna. Impacciata, buffa ma irrimediabilmente romantica, Caterina ha le idee confuse sul futuro e tanta voglia di fuggire dalla cittadina del Sud in cui è cresciuta. Anche se il prezzo da pagare è diventare avvocato come suo padre. Così si lancia alla scoperta della vita metropolitana insieme all’inseparabile amico Ettore, dichiaratamente gay, irriverente e un po’ filosofo, ritrovandosi in un caotico appartamento affollato di studenti più confusi di lei: la “dea dell’amore”, il graffitaro su commissione, l’irriducibile secchiona. La città universitaria più eccitante d’Italia la stupisce e la travolge, per la prima volta finalmente libera. Ma proprio nel momento più improbabile, Caterina si innamora. Un colpo di fulmine. Un amore improvviso, complicato e immenso. Un amore che sa di spezie e ha le labbra morbide di Yassine, un bellissimo ragazzo che, rincorrendo la speranza, dal Maghreb è arrivato fino a qui…

Una storia toccante, che mi ha catturata fin dalle prime pagine, non solo per il ritmo incalzante della scrittura, ma anche per la dolcezza dei personaggi, che Simona Toma ha delineato con grande maestria. I temi trattati, dalle scelte a volte difficili che un giovane adulto deve affrontare per il proprio futuro alle meravigliose esperienze del vero amore, vi faranno riflettere su molte questioni sociali, che l’autrice affronta con grande senso dell’umorismo.
Un romanzo intenso, delicato e romantico, che sento di consigliare ai giovani lettori.

Alla prossima settimana,

Emanuela

Condividi

    *