Festa al trullo

Creato da Federica Tronconi il 28/01/2019

Chicca Maralfa, al  suo primo romanzo, scrive un’ avvincente e grottesca commedia nera sul nostro presente “social”. Festa al trullo fotografa un territorio, la Puglia turistica, e il Salento in particolare, “violato” negli spazi e nelle tradizioni per farne merce, relais di lusso e quasi un set cinematografico permanente.

 

 

 

Una sola protagonista, la festa, e tanti personaggi che la colorano della più varia umanità. “Festa al trullo” è una commedia nera, che racconta l’organizzazione di un grande evento modaiolo in Valle d’Itria.

La location è il C-Trullo di Chiara Laera, una influencer di fama globale nel grande business del fashion, di origini pugliesi. L’evento è finalizzato al lancio del brand ciceri&tria di Vanni Loperfido, giovane e talentuoso stilista, anche lui originario di questa parte di Puglia. Per lui Chiara costruisce un set felliniano 2.0. La festa si preannuncia come l’appuntamento mondano più ambito dell’estate.

Sullo sfondo, con effetti imprevedibili nell’evoluzione della narrazione, le trasformazioni che stanno interessando il territorio pugliese, da quando è stato scoperto dal turismo d’elite. Trulli e masserie, in passato luoghi funzionali all’agricoltura, sono diventati lussuose strutture ricettive e location di eventi: dai matrimoni fra rappresentanti del who’s who ai set cinematografici.”

“La ruota girava a favore dell’alto Salento e della Valle d’Itria. Le riviste specializzate di turismo e arredamento dedicavano sempre più spesso le copertine a quella parte di Puglia, con ampi reportage e servizi fotografici sulle star del cinema, della letteratura e della moda che avevano acquistato e ristrutturato nella zona. E così continuavano ad arrivare persone a fiotti, da ogni dove, cercando nuove dimore, occupando spazi, ridisegnando il territorio a propria immagine e somiglianza. Visto dall’alto e a distanza, poteva sembrare un formicaio in attività continua, con cantieri sempre aperti.”

 

Chicca Maralfa è nata e vive a Bari. Giornalista, è responsabile dell’ufficio stampa di Unioncamere Puglia. Appassionata di musica indipendente e rock d’autore, ha collaborato per la Gazzetta del Mezzogiorno, Ciao 2001 e Music, Antenna Sud e Rete 4. Nel 2018 con “L’amore non è un luogo comune” ha partecipato all’antologia di racconti “L’amore non si interpreta”(l’Erudita), contro la violenza psicologica sulle donne. “Festa al trullo” è il suo primo romanzo.

Condividi

    *