La predatrice dei mari

Creato da federica il 08/09/2018

“La ciurma è come il mare: pronta a infuriare.

Un bravo capitano impara a governare i mari in tempesta solo dopo

che ha imparato a governare la proprio ciurma”.

Mari tempestosi. Animali parlanti. Cavalcate a dorso di balena. Topo adora la vita a bordo della Predatrice, il veliero che compie scorribande nei mari più lontani sotto la guida di sua nonna, Capitan Codibugnola. Da quando la mamma è morta, è sempre stata Topo a prendersi cura del fratellino, Passerotto, in attesa che si compia il suo destino: diventare la nuova capitana della Predatrice. Ma ora che anche il papà è scomparso e che Passerotto è in pericolo, Topo deve prendere in mano la situazione prima del tempo: c’è sotto qualcosa di strano e tutti gli indizi conducono a Cervo, il nuovo navigatore che mira al comando della Predatrice. Il primo volume di una appassionante trilogia fantasy.

IL MONDO DI SARAH DRIVER

Uno degli aspetti più interessanti di questo romanzo di Sarah Driver è il mondo che ha costruito. Un unico mondo, fantastico, affascinante tanto quanto a tratti duro, spietato e, perché no, anche dai colori dark. Apprezzeranno infatti la Driver i lettori di Philip Pullman, Katherine Rundell, Frances Hardinge, scrittori abili nel creare mondi molto suggestivi. La Predatrice è una barca con a bordo pirati che abitano in mare e che navigano nelle acque della terra di Trianukka. Come si può immaginare la vita a bordo della nave è caratterizzata da regole che servono per salvaguardare la proprio incolumità ed evitare i pericoli che arrivano dal mare ma anche dalla terraferma nella quale vivono Tribù che governano con terrore.  Ogni giorno la ciurma si alza e cerca di scampare dai pericoli aiutandosi a bordo, ma non sempre tutto è così semplice. Sì, perché nel mondo della Driver esistono anche dei mostri pericolosi. Le battaglie, quindi, sono molteplici. La vita di un pirata, in questo caso piratessa, come ben capite non è semplice e ogni giorno mesa a repentaglio da diversi nemici. Scontri al limite del sangue, banchine pericolose, rituali, leggende antiche che vengono tramandate per sconfiggere i terribili e acerrimi nemici, un mondo con ancora regole primitive e crude, dove ancora vivono valori umani, dove uomini e animali (parlanti) contano in egual modo e vivono in un equilibrio molto sottile. Distese ghiacciate, mari in tempesta, odori persistenti, suoni forti, luci abbaglianti, castelli con torri lugubri: ecco il mondo della Driver, un fantastico mondo dove perdersi da adulti e riscoprirsi ancora giovani. Mentre per i ragazzi sicuramente una scoperta piacevolissima.

Condividi

    *