Storia del maestro che sfidò la guerra

Creato da federica il 06/09/2017

 

 

In un piccolo villaggio afgano, un maestro, ogni mese, porta una cassa piena di libri per tutti i bambini, spostandosi solo con la propria bicicletta. Maryam, unica bambina a conoscere già l’alfabeto, decide di leggere, ad alta voce, le storie contenute nei libri a tutti i bambini del suo villaggio.  Ma non si fermeranno solo a questo….insieme lotteranno per garantire un futuro migliore per tutti.

Alberto Melis sa come si racconta una storia ai bambini.  Nel suo libro Storia del maestro che sfidò la guerra (Mondadori Ragazzi e’ stato sincero, diretto, ma altrettanto delicato e poetico.  Raccontare la guerra in Afghanistan, ad un pubblico di giovani lettori, non è cosa facile; eppure l’autore, in questo bellissimo libro, e’ riuscito ad affrontare temi “fastidiosi” (sicuramente dolorosi) come la morte, la perdita, la paura e la cattiveria dall’unica prospettiva che rimane: quella della speranza.  I due protagonisti di questo libro, la bambina Maryam e il maestro Amir, spronano i giovani lettori ad essere coraggiosi, a non lasciarsi fermare e frenare dalle paure e dalle convenzioni culturali, a lottare per una giusta causa che può portare il bene a tante persone. Entrambi, infatti, mettono in pericolo le loro vite poiché credono in qualcosa di importante e bello che va oltre loro stessi: sono convinti che l’istruzione, la scuola e i libri debbano essere le basi della lotta contro la guerra e la violenza.”

Alberto Melis (Cagliari, 1957), è giornalista pubblicista e insegnante elementare e ha pubblicato diversi libri per bambini. Scrive sulle pagine culturali del quotidiano “L’unione Sarda” dal 1990, occupandosi soprattutto di letteratura per ragazzi e di storia e cultura ebraica. In passato ha scritto su alcune importanti riviste, tra le quali “Linea d’Ombra”. Per Mondadori ha pubblicato Alberi d’oro e d’argento (2006).

recensione a cura di

BENEDETTA ROTONDI

Condividi

    *