Tredici

Creato da Federica Tronconi il 30/03/2017

“Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita.

O meglio, come mai è finita.

E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa.

Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori… Ve lo prometto.”

da Tredici di Jay Asher – Mondadori

 

Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene ad Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è sconvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall’altro, il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze. Con più di due milioni e mezzo di copie vendute soltanto negli Stati Uniti,Tredici, romanzo d’esordio di Jay Asher, è uno dei libri più letti dai ragazzi americani, e ora anche una serie televisiva prodotta da Netflix.

Una storia potente, il bullismo che si insinua nelle vite degli adolescenti, fra le mura della scuola. Il bullismo è una spirale che coinvolge tutti e che, come un vortice, man mano cresce di intensità. La storia di Hannah è come a tanti ragazzi e ragazze: pettegolezzi, dicerie, bugie. Ma è da questa premessa che il vortice inizia a lavorare e a crescere. Il bullismo poi ha due elementi che giocano a suo favore: il silenzio da parte di chi lo subisce e l’indifferenza di chi non è direttamente coinvolto. Grazie a questo il vortice acquisisce intensità. Ed è proprio sulla base di queste premesse che si monta il caso di Hannah e che cresce nella indifferenza generale. E poi le cassette, tredici racconti, tredici tracce che la ragazza lascia per giustificare il suo ultimo ed estremo gesto. Solo a quel punto la sua sofferenza esce alla luce del sole. Tra lo sgomento e i sensi di colpa di chi non aveva capito, di chi non aveva intuito e di chi avrebbe potuto fare qualcosa. Il lettore scopre in contemporanea cosa è successo alla giovane ragazza. Una storia profonda, potente, interessante, originale per riflettere nuovamente sul bullismo, mai passato di moda ma anzi che in base agli strumenti e ai momenti muta di forma e di intensità.

Jay Asher vive in California, è stato bibliotecario e libraio in ogni tipo di libreria, da quelle indipendenti a quelle di catena. Tredici è il suo romanzo d’esordio e, fin dalla pubblicazione, nel 2007, è stabilmente nella classifica dei bestseller del “New York Times”. Ora è anche una serie originale Netflix in tredici puntate.

 

Condividi

    *