Madame Claudel è in un mare di guai

Creato da federica il 23/02/2017

 

 

Le cose hanno cominciato a mettersi male per Ferdinand quando si è trasferito in quel condominio. (….)

Stava per cominciare lo scontro diretto, più crudele, ma più efficace.

Il tutto orchestrato da una donna dal pugno di ferro: Madame Suarez, portinaia del condominio

da più di trent’anni…

da Madame Claudel è in un mare di guai, di Aurelie Valognes (Newton Compton Editori)

 

 

Ferdinand Brun vive a Parigi, al numero 8 di Rue Bonaparte, ha ottantatré anni e non gli piacciono le persone. Sfortunato dalla nascita – ha perso la mamma e la nonna quando era ancora piccolo –, è cresciuto nel risentimento, diventando introverso e taciturno. Purtroppo con il passare degli anni è addirittura peggiorato e così la moglie lo ha mollato di punto in bianco scappando con il postino, mentre la figlia e il nipotino sono andati a vivere dall’altra parte dell’oceano. Rimasto solo con la cagnolina Daisy, unico essere vivente degno del suo affetto, Monsieur Brun ha deciso di disertare il genere umano e di ridurre al minimo i suoi contatti con gli altri, compresi quelli con la portinaia, la detestata Madame Suarez. Un infausto giorno, la cagnolina Daisy muore e la settimana dopo Monsieur Brun rimane vittima di un incidente. Tutto è contro di lui, e quando la figlia lo mette di fronte all’ipotesi dell’ospizio, non gli resta che accettare l’aiuto di Madame Claudel, un’arzilla signora di novantatré anni, che abita al suo piano. Ma sarà l’arrivo della piccola Juliette, figlia dei nuovi condomini, l’unico evento in grado di scalfire il muro di diffidenza e scontrosità che il vecchio ha costruito intorno a sé.

Un condominio di gente arzilla nonostante l’età che regala momenti di riflessione e tenerezza alternati a risate e simpatia. Personaggi ben caratterizzati che rendono il romanzo godibile e fluido. Un romanzo dai contorni morbidi  e rassicuranti dove ci viene ricordato che la vecchiaia non è mai un tempo “finito”, ma che dietro l’angolo c’è sempre una seconda opportunità, un nuovo inizio. C’è tempo per tutto: un’amicizia, un amore, un nuovo rapporto, nuovi nipoti e, perché no, anche per un cambiamento. Monsieur Brun e la piccola Juliette sono una coppia irresistibile: due generazioni a confronto da cui nasceranno situazioni improbabili. Ma proprio per questo belle da leggere e rileggere. Una coppia molto simile per certi versi a quella vista nel film “Up” e proprio per questo regala emozioni. Una volta varcato il portone del condominio in Rue Bonaparte n.8 non vorrete più tornare indietro…


    *